Booking.com
 

Visualizzazione ingrandita della mappa
 

 

 

Turismo accessibile

 

 

Home | Cosa vedere | Archeologia | Scheda dettagliata

Cosa vedere

print

Siracusa

Latomia del Paradiso

L'antica cava di calcare, oggi lussurregiante giardino che ospita le famose grotte

La grande latomia (letteralmente: cava, dal greco temnein, tagliare) detta del Paradiso (da paradeisos,parco o giardino), è la più orientale di quelle che, disposte quasi ad arco lungo il ciglio di un frastagliato costone roccioso, per circa 1,5 km di lunghezza, delimitavano l’antico impianto urbano verso nord; oltre di esse, si apriva l’ampio altopiano delle Epipoli (letteralmente: area sopra la città) ha fornito, in età greca, non meno di 850.000 mc di blocchi di calcare, utilizzati per i monumenti e gli edifici della città antica.

Il fondo della latomia, col suo originario piano di estrazione, era molto più profondo di quello attuale, formato dall'accumulo di materiali alluvionali e coperto da un agrumeto di vecchio impianto.

I blocchi di roccia venivano estratti di norma, a cielo aperto; ma quando gli strati più compatti – e quindi di materiale più idoneo e pregiato - si estendevano al di sotto della crosta superficiale, si scavava  all’interno del costone roccioso. Si creavano così enormi caverne, con pareti che talora raggiungevano i 40 metri di altezza sorretti da piloni di roccia risparmiati dallo scavo. Nel tempo, e per effetto dei terremoti che hanno frequentemente interessato la Sicilia, il tetto di queste grandi caverne è crollato, cosicché oggi la latomia si presenta a cielo aperto; ma dell’originaria conformazione sono testimonianza i grandi massi crollati sul piano, accanto al limite settentrionale, e l’alto pilone roccioso che si erge ancora, solitario e suggestivo, al centro della latomia.

Lungo la parete settentrionale, si aprono alcune grandi cavità che facevano parte del sistema di ingrottamenti della latomia e che conservano ancora con grande evidenza le tracce dell’estrazione, e che sono conosciute come  l’Orecchio di Dionigi, la Grotta dei Cordari e la Grotta del Salnitro.

Una breve galleria artificiale collega la Latomia del Paradiso con l'adiacente Latomia dell'Intagliatella.


I testi di questa scheda sono stati validati dalla Soprintendenza ai Beni Culturali di Siracusa

Indirizzo: Parco Archeologico della Neapolis - Siracusa
Coordinate: N 37.076323 - E 15.276682

 

Chiedi maggiori informazioni su: Latomia del Paradiso
 

Cosa altro vedere a Siracusa
 

  
  
 

Eventi | Floridia

17/11/2019

Concerto di musica classica

Pianoforte - Stagione concertistica AFAM 2019

 

 
Siracusa Turismo App

Porta Siracusa sempre con te nel tuo smartphone