Booking.com
 

Visualizzazione ingrandita della mappa
 

 

 

Turismo accessibile

 

 

 

Home | Cosa vedere | Archeologia | Scheda dettagliata

Cosa vedere

print

Siracusa

Anfiteatro Romano

Una delle più grandi costruzioni dell'età romana scavata nella viva roccia

La cronologia dell'anfiteatro è tuttora incerta,  ma le ipotesi più accreditate lo riferiscono ad età augustea (dopo la deduzione della colonia da parte di Augusto, nel 21 a.C) o ad età giulio-claudia, soprattutto sulla base della tecnica edilizia (uso dell’opera reticolata e archi a conci allungati) e di un’iscrizione dedicatoria, ivi rinvenuta, di età augustea.

Si accede oggi all’anfiteatro dall’ingresso  nord, percorrendo un viale ai cui lati sono disposti dei sarcofagi in pietra, rinvenuti nelle necropoli di Siracusa e Megara Iblea; ma l’ingresso  principale è a sud, e prospetta su un  ampio piazzale dove sono tuttora visibili i piloni di base di un arco onorario, probabilmente dedicato ad Augusto, al di sotto del quale passava una strada lastricata proveniente da est. Davanti all’ingresso, cui si accedeva da ampie scale che lo raccordavano al dislivello del piano esterno, i resti di una grande fontana, contemporanea all’anfiteatro, contribuiscono alla monumentalizzazione dell’area.

L'anfiteatro utilizza l’andamento naturale del terreno; adagiato contro il pendio, presenta la parte inferiore scavata nella roccia tranne che nel lato sud. Questo era costruito in elevato, come la parte superiore del monumento, oggi scomparsa perché demolita, nel XVI° secolo, per utilizzarne i blocchi  per la costruzione

delle fortificazioni spagnole di Ortigia. Le dimensioni (diametri esterni: m.140x119) sono notevoli e ne fanno il maggiore dei tre anfiteatri esistenti in Sicilia, secondo, in Italia, soltanto a quello di Verona. L’arena (m.70x32) è delimitata da  un alto podio; al centro, un ampio vano quadrangolare, originariamente coperto con un impiantito ligneo, e collegato con un fossato proveniente dal lato meridionale, era destinato ai macchinari utilizzati per gli spettacoli. 

Dietro il podio,  corre un corridoio anulare coperto a volta (crypta) su cui poggia la prima fila di gradini destinati alle autorità, i cui nomi sono scolpiti sulla pietra. Soltanto la porzione più bassa della cavea (ima cavea) è conservata, mentre della media e summa cavea rimangono soltanto le fondazioni. Due ambulacri coperti a volta e un complesso sistema di gradinate permettevano di accedere ai vari ordini di posti. Un portico colonnato coronava, in origine, l’anello superiore.

 

 

Per orari, tariffe e informazioni, vedi scheda del Parco Archeologico della Neapolis

 


I testi di questa scheda sono stati validati dalla Soprintendenza ai Beni Culturali di Siracusa

Indirizzo: Via Paradiso, 14 - 96100 Siracusa
Coordinate: N 37.074696 - E 15.278953

 

Chiedi maggiori informazioni su: Anfiteatro Romano
 

Cosa altro vedere a Siracusa
 

  
  
 

Eventi | Pachino

18/09/2019

Tourn-on-the-radio Acoustic Duo

Musica pop, rock e blues da vivo

 

 
Siracusa Turismo App

Porta Siracusa sempre con te nel tuo smartphone