Booking.com
 

 

 

Turismo accessibile

 

 

 

Home | Eventi | 02/07/2019

Eventi

Dal 02/07/2019 al 24/08/2019 - Siracusa

Estate Fotografia

Rassegna d'autore III° edizione


Fototeca siracusana, Piazza San Giuseppe 3
Secondo programma: Dal martedì al sabato dalle 17:00 alle 20:00 Domenica e Lunedì chiuso

La rassegna ESTATE FOTOGRAFIA dedicata alla fotografia contemporanea, viene organizzata e prodotta dalla stessa Fototeca Siracusana in collaborazione con Photo Med Festival di Catania e con l’Associazione Liberi di Costruire di Siracusa. Curatori della Rassegna Massimo Gurciullo e Salvatore Zito.

La rassegna di autori di “Estate Fotografia” si svolge per tutta l’estate attraverso il susseguirsi di 4 mostre per 9 autori, dal 02 luglio al 24 agosto, periodo in cui le pareti di Fototeca Siracusana sono animate dalle immagini dei fotografi  di questa III^ edizione, i cui soggetti spaziano dalla fotografia intimistica, al reportage urbano e di viaggio.

 

Programma e descrizione:

Dal 2 al 13 luglio
Claire e Philippe Ordioni, sono padre e figlia, entrambi fotografi e vivono nel sud della Francia. Attraverso
il lavoro in mostra intitolato“Photographies barOques” esplorano insieme i concetti di differenza e
stranezza, confusione e dignità. Creano il loro universo barocco seguendo un progetto teatrale che
hanno creato nel 2010, ispirato alla letteratura di fantascienza (come G. Orwell del 1984, Frankenstein
di M. Shelley o i classici di I. Asimov e R. Silverberg).
Montserrat Diaz, spagnola di nascita, attualmente vive e lavora a Milano. Il suo lavoro si intitola “Tierra
madre y otros”, un lavoro denso come i sogni che abbiamo amato e nei quali, una volta sfrondati i
dettagli, sedimenta la nettezza di un racconto destinato a ripetersi. Un lavoro in cui la “forma” è
pienamente rispettata e anche ricca di senso da diventare essa stessa sostanza.

Dal 16 al 27 luglio
Mahmoud Issa è un giovane fotografo freelance palestinese. Vive e lavora nella città di Gaza, nell'omonima
striscia di territorio che è anche il tema privilegiato dei suoi reportages in cui racconta una verità
disincantata su questo luogo ancora oggi tormentato da una storia difficile.
Ha documentato il conflitto israelo-palestinese tra il 2012 e il 2014. “Gaza Strip” è il titolo della sua
mostra, uno schietto reportage su come i giovani di Gaza e le loro famiglie, vivano quotidianamente
con la speranza di soluzioni politiche a lungo attese.                                                                                                                                Suryene Ramaget, fotografo freelance autodidatta, intrattiene con le regioni geografiche dell’India e
Pakistan un rapporto privilegiato, essendo nato egli stesso da quelle parti. “I lottatori Kushti”, titolo
del reportage presentato alla Rassegna, sono il risultato della sua personale deontologia di reporter:
non fare un solo scatto se non prima di essere accettati. Ramaget, infatti, prima di realizzare gli scatti in
mostra, ha trascorso mesi interi con I Kushti, una casta di lottatori di un’antica forma di lotta praticatanell’Asia Meridionale. Ha vissuto insieme a loro in un rigido regime di regole per concentrarsi su uno
stile di vita puro, necessario per mantenere e aumentare la propria forza.

Dal 30 luglio al 10 agosto
Turi Avola è un artista che si avvale della fotografia per realizzare i suoi lavori. Ha scelto il media fotografico
perchè più consono alla sua creatività, contribuendo in tal modo ad allargare gli orizzonti della
fotografia contemporanea. “Excessus Mentis” è il suo omaggio personale alla fotografia, è la ricerca
simbolica del sublime da lui espressa attraverso un magnifico simbolismo che conduce verso una
tregua tra spirito e paganesimo, tra conosciuto e ignoto.
Lily Zoumpouli, nata a Thessaloniki in Grecia nel 1994, appartiene alle nouvelles vagues dei giovani
fotografi contemporanei, tendenzialmente narratori di se stessi e delle proprie esperienze maturate nel
perenne conflitto con il mondo esterno.
Una generazione iniziata con Nan Goldin e Wolfgang Tillmans che Lily Zoumpouli rimette in
discussione e reinterpreta. “Selenophilia” è il titolo della sua mostra, appropriato per rappresentare
l’instabilità e la mutevolezza degli umori delle generazioni degli adolescenti, anche un po’ magico e
misterioso. Come gli scatti di Lily.

Dal 13 al 24 agosto
Anton Malinovskiy e Vyacheslav Teschner lavorano come reporter di un notiziario on line della città
ucraina di Mykolayv, situata lungo l’estuario del fiume Bug a ridosso del Mar Nero. Il lavoro a quattro
mani dei reporter ucraini, “My little Columbine”, riprende la tragica problematica delle stragi
scolastiche iniziate, appunto nel 1999 negli USA, alla Columbine High School di Denver (Colorado),
fino all’ultimo sanguinoso evento accaduto nella città di Kerch, in Crimea, nel 2018. Gli autori cercano,
attraverso le immagini del lavoro presentato, le ragioni di questa violenza.
Kseniia Petrovska, fotografa ucraina professionista, anche lei di Mykolayv, fa parte del gruppo di fotografia
MYPH (Mykolaiv Young Photographers)”, insieme a Malinovskiy e Teschner. “The other side of the
light”, il lavoro presentato dalla giovane fotografa ucraina, è un delicato omaggio alla luce, un’intima
poesia dedicata a quel particolare momento crepuscolare, capace di evocare atmosfere misteriose e
surreali, fino al suo completo svanire nel buio.                                                                                                                                            Giorgio Papadopoulos, fotografo freelance di Salonicco (GR), ha al suo attivo numerose pubblicazioni, ha
collaborato con diverse agenzie giornalistiche europee e dal 2015 è partner dell’Agenzia di design e
comunicazione MALVI (www.mal-vi.com) con sede a Londra e a Salonicco. “Yalta”, il lavoro presentato
per la rassegna siracusana, descrive la doppia anima di una città, Yalta per l’appunto, sospesa tra il
mondo occidentale e quello russo, in un gioco di contese politiche, in cui a soffrirne è sempre la
popolazione.

 


Nel corso della rassegna non mancano le classiche letture di Portfolio, presentazioni editoriali e work-shop. 


Per saperne di più: http://www.fototecasiracusana.com/estate-fotografia

 

Condividi su Facebook
  
  
  Condividi

 

Eventi | Pachino

23/08/2019

WineToLove

Un programma di-vino per le tue serate estive!

 

 
Siracusa Turismo App

Porta Siracusa sempre con te nel tuo smartphone